I cinque software gratuiti che vi presento oggi sono pensati per aiutarvi nella gestione o nell’editing dei vostri file multimediali e risultano essere i migliori tra quelli provati. Li trovate, come sempre, dopo il salto.

Media Player Classic – Home Cinema. Questo software è open source e sfrutta la tecnologia Evr (Enhanced Video Renderer) di Microsoft; nell’ultima versione risulta poi completamente compatibile con l’interfaccia Aero Glass di Vista e 7.
Lo trovate sia per un sistema a 32 che a 64 bit ed è in grado di riprodurre Dvd, Mpeg-2, Mpeg-1, Mpeg-4, Dvix, XviD, Ogm, Mkv, Flash Video, QuickTime e Real Video.
Si distingue per la gestione dei sottotitoli e per la possibilità di applicare alcuni filtri in tempo reale sfruttando i pixel shader della scheda grafica.
Il pixel shader è una sequenza di istruzioni, un breve programma, che viene eseguito da una Unità di Processamento Grafico per ciascun pixel da elaborare e consente di ottenere ombre, esplosioni, effetti di diffrazione e altri effetti legati all’illuminazione.

Dvd Flick. È un’applicazione con cui si posso creare piuttosto velocemente Dvd completi di menu. Il programma supporta 45 formati di file, 60 codec video e 40 codec audio (trovate qui la lista); inoltre integra alcuni semplici template per la creazione di menu interattivi, permette l’aggiunta dei sottotitoli e dispone di un’interfaccia intuitiva.
Dvd Flick può anche creare Dvd ad avvio automatico per la riproduzione ciclica di uno o più filmati; è in grado generare file Iso e di masterizzare direttamente un Dvd.

Oxelon Media Converter. È un software facile da utilizzare e molto utile per chi deve convertire file audio e video in formati differenti.
Uno dei più grandi pregi è che si integra perfettamente nella shell di Windows e permette di avviare una conversione direttamente dal menu contestuale.
Oxelon Media Converter è uno strumento piuttosto semplice, adatto a coloro che non hanno alcuna conoscenza tecnica. Tuttavia include alcune opzioni di base per il controllo del processo di conversione tra cui la modifica della risoluzione, del bitrate o del numero di frame al secondo dei filmati.
Un difetto? Alla fine di ogni conversione vi si apre l’homepage del produttore per fini pubblicitari.

VirtualDub. Permette la cattura, la conversione e l’elaborazione di file video; offre persino alcune funzionalità di base per l’editing.
Supporta tutte le versioni a 32 e a 64 bit di Windows dal 98 fino a 7 e può essere potenziato con filtri video sviluppati da terze parti. È pensato principalmente per l’elaborazione di file Avi, ma non avrete problemi nemmeno con Mpeg-1.

Audacity. L’editing audio è importante e utile quanto quello video e questo programmino è tra i migliori sulla piazza. Non si distingue per numero di funzionalità, ma offre un ambiente operativo semplice e ben organizzato.
Include ovviamente le funzioni di base oltre ad alcuni effetti come equalizzazione, compressione, normalizzazione, Bass boost, Echo, Phaser e Reverse.
Usando l’encoder gratuito Lame potrete esportare nel formato Mp3, mentre con il suo Vst Enabler potrete utilizzare effetti Vst sviluppati da terze parti.