Gli alias facilitano di molto l’utilizzo della linea di comando, specialmente quando magari il comando da scrivere è lungo più di una riga o è difficile da ricordare. Proprio per questo motivo la shell di linux mette a disposizione un metodo di riscrittura.

Per prima cosa bisogna dire che l’alias in molte occasioni, specialmente quando è stato definito su tutte le macchine che gestiamo, facilita la vita di un sistemista in modo più che evidente…interi script richiamati semplicemente scrivendo poche parole (magari proprio nella nostra lingua)
Ma come si definisco gli alias?
Tutti gli alias sono definiti all’interno della home dell’utente in un particolare file chiamato.bashrc dove, oltre agli alias che ci interessano, possiamo definire molti altri parametri per personalizzare al meglio la nostra linea di comando. Apri quindi un terminale scegliendo nel menu la voce Applicazioni, Accessori, Terminale

Aperto il terminale devi richiamare il file di configurazione che, essendo un file della tua home, non richiede privilegi di amminsitratore…quindi ti basta digitare:
gedit.bashrc per aprire il file in modalità visuale e iniziare a modificarlo.
Se lo scorri un po’ vedrai che ci sono già alcuni alias definiti, alias che si rifersicono più che altro alla vsualizzazione degli elementi nel terminale e sono tutti nel formato:
alias NUOVO_NOME = ‘COMANDO_DA_ESEGUIRE’

per esempio
alias ll=’ls -l’
ci permetterà di utilizzare la scrittura ll al posto di ls -l nel nostro terminale ottenendo lo stesso risultato

Adesso non devi fare altro che pensare a quei comandi che ti sono utili ma che ogni volta che li devi usare ti risultano lunghi da scrivere; o che semplicemente non vuoi ricordare.
Per esempio, facciamo finta che vuoi impostare un alias per il comando “find” che in linux permette di cercare file dentro al pc, ma non hai voglia di scrivere ogni volta il comando per intero e quindi vuoi sfruttare l’alias per richiamarlo semplicemente usando la parola “cerca”, ecco cosa devi fare:
alias cerca=’sudo find / -name’
in questo modo tutto risulta più veloce.

Una volta che hai scritto tutti gli alias che ti interessano non devi fare altro che salvare il file che hai aperto e ricaricarlo in memoria per poter iniziare da subito ad utilizzare i tuoi alias.
Per ricaricare il file è sufficiente, da terminale, digitare:
source.bashrc
e in automatico il file verrà caricato e sarà pronto all’utilizzo.